Warning: fsockopen(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.rallydisardegnabike.it/home/2008/v.php on line 2245 Warning: fsockopen(): unable to connect to netgeo.caida.org:80 (php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known) in /web/htdocs/www.rallydisardegnabike.it/home/2008/v.php on line 2245 Warning: fclose() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.rallydisardegnabike.it/home/2008/v.php on line 2271 Rally di Sardegna - Provincia di Nuoro - Mountain Bike Internazionale - 7-14 Giugno 2008
13 Giugno 2008

IL CEKO SIBL VINCE IL RALLY DI SARDEGNA

Cala Gonone (Nuoro)
Sibl, campione della Repubblica Ceka e favorito della vigilia, ha vinto la prima edizione del Rally di Sardegna gara internazionale di mountain bike che si è conclusa oggi a Cala Gonone.

dopo cinque tappe sulle montagne della Baronia e della Barbagia in provincia di Nuoro.  Una corsa di quasi 380  chilometri con una prova speciale ogni giorno per complessivi 250 chilometri che, anche per il clima non certo estivo, ha messo a dura prova tutti i bikers, anche i più forti e preparati.  Infatti per più di una tappa si è corso sotto la pioggia e con un clima abbastanza freddo al di sotto della media stagionale.
Il forte ciclista della Repubblica Ceka  ha vinto anche la quinta ed ultima tappa, la  Gavoi-Cala Gonone di  Km 108,00 con un settore selettivo 45,10 km, disputata nelle montagne tra Orgosolo, Oliena e Dorgali fino alla località marina di Cala Gonone,  unendo ancora una volta, come recita lo slogan della corsa, le zone interne alle note spiagge della provincia di Nuoro sulla costa orientale. Insomma una vittoria quella di Sibl, come è conosciuto in tutta Europa, senza se e senza ma. Da vero campione della specialità rimasto entusiasta della vittoria e soprattutto del percorso. Ha vinto la tappa in  2h 33’e 57” e il rally con 259 punti (nel mountain bike le classifica è a punti che corrispondono ai minuti secondi). Niente da fare per il pluricampione Vittorio Serra che non nascondeva la sua aspirazione a iscrivere per primo il suo nome nella prima riga dell’albo d’oro della manifestazione. Nell’ultima tappa ha tentato l’attacco finale ma Sibl è stato troppo forte, e si è dovuto accontentare di un terzo posto nella tappa (a  4’ e 27) preceduto al secondo posto dal marchigiano Luigi Luzi  staccato soltanto di 1’ 30” dal vincitore. Vittorio Serra comunque chiude secondo assoluto in classifica generale (punti 1.398) e vince anche la categoria degli over 40. E a 51 anni suonati è sempre un bel podio e una bella soddisfazione. Podio anche per lo spagnolo Arnau Rota Cano terzo assoluto con punti 2.453, anche se quarto di tappa con un distacco di 5’ e 45” seguito da proprio dal marchigiano Luigi Luzi, che sulle montagne di Orgosolo e Oliena ha tallonato il vincitore assoluto. Quinta posizione nella classifica finale per il ligure Paolo Mancuso che ha chiuso con 2.889 punti.
Questa la classifica generale finale a punti dopo la 5^ ed ultima tappa  da Gavoi a Cala Gonone: 1° Sibl Radoslav  (Repubblica Ceka)  p. 259,  2° Vittorio Serra (Italia)  p. °  1.398, 3° Arnau Rota Cano (Spagna) p. 2.453,  4° Luigi Luzi  p. 2.684, 5° Paolo Mancuso p. 2.889.
Premiazione e festa finale con cena di gala al ristorante Miramare  di Calagomone  con doverosi ringraziamenti agli assessori Peppino Paffi (sport) e Roberto Cadeddu (turismo) della Provincia di Nuoro e al presidente della Regione Renato Soru, che hanno incoraggiato la manifestazione molto adatta a valorizzare l’ambiente naturale, al presidente del Consorzio del Bacino Imbrifero del Taloro, a tutti i Comuni attraversati, alla stampa e alle reti televisive. “Una prima edizione che fa sperare molto bene per il futuro per far diventare da subito il Rally di Sardegna una classica del mountain bike internazionale, una specialità sportiva ormai diffusissima in Italia e in Europa” – ha detto Laura Pitturru  della GLE  la società di servizi che ha organizzato il rally con l’associazione sportiva MCM di Cagliari. “Un ringraziamento ai sindaci dei Comuni sedi di tappa – ha aggiunto l’amministratrice della GLE – che hanno accolto la carovana con degustazioni di prodotti tipici e ai fratelli Ladu dell’Hotel Gusana che hanno ospitato la manifestazione a Gavoi sulle rive del lago di Gusana, una località destinata a sviluppare il turismo in quella parte della Barbogia. E’ stata una bella e nuova avventura sportiva che il nostro staff ha saputo gestire con professionalità ricevendo i complimenti di tutti i partecipanti”
Molto soddisfatti del percorso tutti i concorrenti (molti per la prima volta i Sardegna). “I complimenti dei bikers mi fanno molto piacere – ha detto Corrado Deiana che ha studiato il percorso su mulattiere e sentieri di tutto il nuorese – Siamo riusciti a realizzare itinerari tecnici ma anche belli dal punto di vista paesaggistico, portando biker e giornalisti italiani e stranieri a scoprire la Sardegna più segreta e affascinante.”

Sul sito ufficiale classifiche di tappa e generale ed itinerari di tutte le tappe al link  http://www.rallydisardegnabike.it/download_area.php?type=download

E FOTO CHE POSSONO ESSERE UTULIZZATE (LIBERATORIA)